La ricerca vocale è stato un grande cambiamento per il SEO, ma non è negativo, è solo in modo diverso. Le query vocali sono più semplici per gli utenti e spesso forniscono informazioni in modo più rapido. Gli esperti dovranno, quindi, trovare il modo per ottenere, per i loro clienti, delle strategie che permettono un buon posizionato nei risultati di ricerca, non importa quanto dovranno scervellarsi per farlo. L‘innovazione è fondamentale, ora che abbiamo identificato l’opportunità, è il momento di creare un percorso per approfittarne. di seguito il vidoe di Matt Cutts: http://youtu.be/jcxyVADYQQM tutto il discorso di Matt Cutts si riassume in una frase: "E’ chiaro che se qualcosa arriva attraverso la voce, le persone sono più propense a usare il linguaggio naturale. Sono meno propensi a utilizzare gli operatori di ricerca e le parole chiave e cose del genere, e questa è una tendenza generale che vediamo." Con l'avvento della ricerca volcale la gente non vuole pensare a parole chiave, vogliono semplicemente parlare ed ottenere un risultato che corrisponde realmente a quello che stanno pensando. Al momento, Google non funziona così. Con l’aumento delle parole in uso e le query un po’ più generali, le cose stanno veramente cambiando???  ...
Continua a Leggere