Corso Seo | Diventa un Seo Specialist

Tag Archives: link innaturali

La Negative SEO esiste… 3/3

DISAVOW LINKS TOOL CONTRO I LINK INNATURALI Il Disavow Link Tool (strumento di Google Webmaster) permette di rimuovere i link in entrata verso il proprio sito selezionandoli uno alla volta, piuttosto che filtrando un intero dominio. Il funzionamento è molto semplice e consente di non riconoscere link innaturali o di bassa qualità, bloccandone l’effetto dannoso. il suo funzionamento:
  • Entra con il tuo account Webmaster e accedi al Disavow Links Tool
  • Scegli il sito (tra quelli presenti all’interno della tua pagina) che pensi sia stato danneggiato da link negativi e abbia ricevuto o rischi una penalizzazione per questo.
  • Carica un file .txt con tutti gli URL che vuoi rinnegare e chiedere vengano rimossi avendo cura di inserire un URL per ogni riga o più genericamente l’intero dominio (domain:sitodarinnegare.ext). Puoi inserire eventuali commenti in righe a parte precedute dal simbolo # che, secondo norma, Google considererà come commenti e ignorerà. Dopo aver caricato il file dovrà trascorrere del tempo, purtroppo non quantificabile in termini precisi, prima che Google analizzi il file inviato e neutralizzi l’effetto dei link.
  • Una volta certo che i link nocivi siano stati rimossi si può procedere alla richiesta di riconsiderazione del tuo sito da parte di Google, descrivendo scrupolosamente l’avvenuto e i vostri interventi.
Invitiamo non solo a...
Continua a Leggere

La Negative SEO esiste… 1/3

L’ Ottimizzazione di un sito web  nei  motori di ricerca sappiamo che può essere fatta sia on site che off-page ed è fondamentale per raggiungere una buona posizione nella SERP di Google o di qualunque altro motore di ricerca. Esistente un attività parallela all’ottimizzazione che è la Negative SEO, la quale consiste nel mettere in pratica azioni (scorrette) mirate a danneggiare un Sito Web nei motori di ricerca. La concorrenza sleale è attualmente una realtà molto spesso messa in pratica dai “furbetti del web” e questa non è certo una novità. con il nuovo aggiornamento Penguin, Google ha alzato il cosiddetto polverone  vista l’importanza che l’algoritmo attribuisce al backlinking penalizzando “SEO Spam” e link innaturali. L’ultimo aggiornamento ha preso di mira anche in modo aggressivo molti siti che avevano back-link site-wide così come quelli che avevano link non naturali, link inseriti nei forum o nei commenti dei blog di tipo to do follow. Google, attraverso le parole di Matt Cutts negava inizialmente che questo nuovo algoritmo poneva in essere azioni efficaci di negative SEO. Matt Cutts, infatti, rassicurava tutti affermando che Google Pinguin era in grado di capire se un link fosse o meno naturale e di attribuirgli il giusto valore, o addirittura non considerandolo affatto. Ma alcune segnalazioni...
Continua a Leggere