Gli appassionati di web, i professionisti SEO e tutte le web agency stanno aspettando già da tempo l'aggiornamento che Google dovrebbe apportare al proprio algoritmo in modo tale da identificare i siti "buoni" e distinguerli da quelli "cattivi" il Google Penguin Questo però non è un aggiornamento di Google Panda, come molti pensano ma di qualcosa di complementare. Infatti, mentre Panda identifica i siti in base al loro contenuto, quindi contenuti non duplicati e in grado di generare traffico di qualità, Penguin ha lo scopo di cercare ed identificare, ma soprattutto penalizzare, siti che con strategie SEO non propriamente corrette, riescono a scalare le SERP ponendosi cosi in vetta alle classifiche che risultano dalle ricerche degli utenti. Cerchiamo di capire meglio cos'è in realtà Google Penguin. Si tratta di un algoritmo totalmente diverso da Panda e da PageRank;  infatti Penguin ha la come particolarità  quella di riuscire a valutare i risultati delle SERP. Ha inoltre lo scopo di fornire risultati di ricerca che siano di qualità. Lo scopo principale dell'algoritmo è quello di distinguere i link naturali da quelli ottenuti con strategie poco consone, dette anche SEO spam. Stando ad alcune analisi, Google ha lavorato al nuovo algoritmo di Penguin con l’obiettivo di renderlo più sofisticato ed onnicomprensivo. Oggi, infatti, è...
Continua a Leggere